***** SAN SEBASTIANO MARTIRE, PATRONO DELLA POLIZIA LOCALE *****

Anche la Polizia Municipale ha un Santo patrono: si tratta di San Sebastiano Martire, Comandante dei Pretoriani, vissuto attorno al 300 d.c. e messo a morte dall’imperatore Diocleziano. Si ritiene che questo legame con le armi abbia favorito il moderno patronato sui Vigili Urbani che ne celebrano la festività il 20 gennaio, giorno del suo martirio.

Nella mattinata di ieri, assieme all’Amministrazione Comunale, ai referenti locali della Stazione dei Carabinieri, alla Protezione Civile, alle Guardie Ecozoofile, all’associazione Aereonautica e alla Vigilanza Campestre, la Polizia Locale ha nuovamente rimesso nelle mani del Santo il proprio operato, partecipando alla S. Messa presieduta da Don Vito Campanelli, presso la Chiesa Matrice.

L’attività profusa sul territorio dal corpo di Polizia Locale si fonda sui valorosi principi di legalità, lealtà e rispetto che San Sebastiano ha perseguito nella sua vita umana e militare. Noicàttaro, negli ultimi due anni, ha assistito ad una rivoluzione e ad una evoluzione della gestione e della logistica operativa di queste attività. È stato incrementato il numero del personale in organico così come la dotazione strumentale ed informatica. Oggi, gli Agenti sono sempre più preparati e pronti ad intervenire in qualsivoglia circostanza a tutela della pubblica sicurezza.

Affichè si possa rispettare e supportare questo delicato ruolo è necessario che i cittadini comprendano quanto importante e complessa sia la delicata funzione espressa da questa forza di Polizia.

Dobbiamo essere uniti nella ricerca della legalità e dall’esigenza di costruire una civiltà differente, sempre più orientata al rispetto delle regole e dei ruoli.